Cerca Contatti Archivio
ALTRAGRICOLTURA NORD EST...

Notizie in primo piano
Denunciano l’uso eccessivo dei pesticidi in melicoltura: la Provincia di Bolzano li porta in tribunale.
Per la produzione di mele in Alto Adige, la vendita di pesticidi supera di oltre sei volte la media nazionale. A processo vanno Karl Bär, referente per la politica agricola dell’Istituto per l’Ambiente di Monaco di Baviera, accusato di diffamazione dall’assessore alto atesino Arnold Schuler, e Alexander Schiebel, che ha raccontato la battaglia dei cittadini contro i pesticidi. Ha denunciato l’impiego massivo di pesticidi nell’industria delle mele in Alto Adige e ora rischia una reazione giudiziaria che sa di querela temeraria. È la storia di Karl Bär, referente per la politica agricola e commerciale dell’Umweltinstitut München (l’Istituto per l’Ambiente di Monaco di Baviera), denunciato per diffamazione dall’assessore all’agricoltura della Provincia Autonoma di Bolzano, Arnold Schuler, e da oltre mille agricoltori locali. Le porte del tribunale provinciale di Bolzano si apriranno per lui il 15 settembre 2020: Bär e l’Istituto per cui lavora denunciano che questo “attacco alla libertà di espressione” è “strategia sempre più comune in Europa per mettere il bavaglio a giornalisti e attivisti”.
continua...
- martedì 15 settembre 2020

PADOVA LA Città FUTURA.
Il cemento armato ha un ruolo particolare nella storia dell'architettura veneta e se si guarda alla città di Padova, si rimane particolarmente impressionati dai dati. Nella terra dove la parola “sicurezza” viene prima di tutto, pare che la qualità dell'aria e la cura della salute dei cittadini, non abbia rilievo per gli amministratori, che pur in campagna elettorale promettevano di tutelare ambiente e dignità delle persone.
continua...
- giovedì 3 settembre 2020

La startup modello delle fragole a «chilometro zero» sequestrata per sfruttamento dei migranti.
Il blitz della Guardia di Finanza alla StraBerry, pluripremiata ditta di raccolta dei frutti di bosco fondata da un giovane imprenditore ex bocconiano. Un centinaio gli immigrati che lavoravano senza tutele, per più di nove ore al giorno. Una startup fondata da un giovane imprenditore ex bocconiano e dalle nobili origini. Un business a chilometro zero con frutta e ortaggi coltivati a 15 chilometri dal Duomo e venduti nei quartieri del centro città con le Apecar. Un progetto, quello ideato dal trentunenne Guglielmo Stagno d’Alcontres, vincitore dell’Oscar Green di Coldiretti nel 2013 e nel 2014 e più volte preso ad esempio per il suo impegno per l’ambiente. Ma la StraBerry di Cassina de’ Pecchi, che vale 7 milioni e mezzo di euro, adesso è finita sotto sequestro per sfruttamento della manodopera. Un centinaio gli immigrati che lavoravano senza tutele, per più di nove ore al giorno e pagati 4,5 euro l’ora.
continua...
- lunedì 24 agosto 2020

20 agosto 2014 – 20 agosto 2020, CIAO ERIS
20 agosto 2014 – 20 agosto 2020, sono passati sei anni da quando il compagno Eris Spagnol ci ha lasciati. Molti non hanno avuto la fortuna di condividerne l’umanità e la generosità, è molto probabile che abbiano goduto di una bevuta del buon prosecco di Guia, il “Muliana” fatto da Eris; ecco in quel buon vino c’è tanto del suo lavoro e della sua maniera d’intendere la vita, con queste poche righe, vogliamo ricordarlo anche per loro. Oggi non mancheremo di salutare Eris stappando e condividendo una delle sue bottiglie: un brindisi per Eris, compagno, contadino - vignaiolo a Guia di Valdobbiadene, produttore di un grande e amato prosecco, il Muliana, sempre attento alla promozione della agricoltura contadina e biologica in opposizione a quella dell’agroindustria. Per questa sua dedizione alla terra riportiamo un ricordo tratto dalle pagine di "https://milanoinmovimento.com/":
continua...
- giovedì 20 agosto 2020

«Il bonus 600 euro ha fatto emergere un bisogno enorme. Serve un reddito di base»
Partite Iva e precari. Parlano gli avvocati della Mobilitazione generale degli avvocati e l'associazione per il reddito di base Basic Income Network - Italia: "In Italia c’è un enorme bisogno di misure strutturali per la tutela dei lavoratori poveri. Quasi cinque milioni lo hanno chiesto, ma è durato solo tre mesi. Ora è finito, i problemi restano e sono più gravi. Va ripensato un nuovo Welfare a partire da un reddito di base e una riforma universale degli ammortizzatori sociali". Il 25 settembre parte la campagna europea per chiedere l'istituzione in Europa di un reddito di base incondizionato. Serve un milione di firme, saranno raccolte anche in Italia.
continua...
- sabato 15 agosto 2020

A Padova riprende l'iniziativa delle associazioni di base per avere un territorio comunale libero da OGM.

La COALIZIONE "PADOVA OGM FREE" invita i cittadini a esplicitare al sindaco la propria contrarietà agli OGM.

Entra in azione..., compila il form alla pagina web , ed invia una email al Sindaco, al Vice-Sindaco di Padova e ai Capigruppo in seno al Consiglio Comunale per dire "NO agli OGM", anche nel comune di Padova."





News

Il Parlamento di Cipro boccia il CETA, Trattato Ue-Canada,
Il Parlamento di Cipro boccia il CETA, Trattato Ue-Canada, già in vigore provvisorio dal 21 settembre 2017, un piccolo Stato che blocca l'iter di ratifica di un accordo dalle conseguenze devastanti per l'agroalimentare, decisione esplosiva che speriamo sia ripresa da altri Stati europei, Italia innanzitutto. Con 37 voti contrari e solo 18 favorevoli (partito di Sinistra Akel e socialisti contrari, destra favorevole), il 31 luglio il Parlamento della piccola Cipro ha detto NO al trattato di libero scambio fra UE e Canada. Tutti i partiti, ad eccezione della destra, hanno votato contro il CETA, opponendo diverse motivazioni: dai rischi del tribunale ICS, costruito su misura per le multinazionali che vogliono fare causa agli stati, alla mancata protezione dei prodotti tipici, tra cui ricordiamo il formaggio di capra Halloum, esposti alla pirateria alimentare d'oltreoceano. E poi i pericoli dell’uso troppo disinvolto di pesticidi come il glifosato, che in Canada viene utilizzato per seccare il grano prima della raccolta, e la paura di accrescere ulteriormente il potere delle grandi imprese. >>



Covid e biologico: il 73% delle aziende in crisi a causa della pandemia.
Per oltre due aziende su tre del settore biologico la possibilità di reggere alla crisi economica sopraggiunta a causa dell’emergenza sanitaria è di massimo tre mesi. È questo uno dei primi dati dell’analisi voluta e sviluppata dalle tre maggiori organizzazioni del comparto, Aiab, FederBio e Assobiodinamica, a partire da una proposta della Fondazione italiana per la ricerca in agricoltura biologica e biodinamica (FIRAB), per rilevare l’impatto della pandemia da Covid19 sul biologico. >>



Coronavirus, 5,7 mln di litri di latte al giorno dall’estero
Ogni giorno 5,7 milioni di litri di latte straniero attraversano le frontiere e invadono l’Italia con cisterna o cagliate congelate low cost di dubbia qualità in piena emergenza coronavirus, proprio mentre alcune aziende di trasformazione cercano di tagliare i compensi riconosciuti agli allevatori italiani, con la scusa della sovrapproduzione. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati del Ministero della salute relativi ai primi quindici giorni del mese di marzo 2020 sui flussi commerciali dall’estero in latte equivalente. Bisogna fermare qualsiasi tentativo di speculazione sui generi alimentari di prima necessità come il latte che – sottolinea la Coldiretti – nell’ultima settimana di rilevazione sui consumi ha registrato un balzo del 47% degli acquisti da parte delle famiglie, sulla base dei dati IRI che evidenziano anche l’aumento degli acquisti di formaggi, dalla mozzarella (+35%) al Grana Padano e Parmigiano Reggiano (+38%). >>