Cerca Contatti Archivio
ALTRAGRICOLTURA NORD EST...

Notizie in primo piano
Per un primo maggio contro il razzismo e per i diritti.
Il primo maggio è la data scelta dal movimento operaio internazionale per ricordare le dure lotte tenutesi a Chicago nel 1886 per la conquista di una giornata lavorativa che non superasse le 8 ore. Una data simbolica che per molti anni fu concretamente una giornata di lotta globale per la conquista di questo obiettivo e più in generale per un miglioramento delle condizioni retributive e di lavoro. Da molti anni ormai questa data si è trasformata in una semplice giornata di festa che, al netto delle retorica istituzionale e delle poche celebrazioni è stata svuotata di ogni significato di lotta per il miglioramento delle condizioni di vita.
continua...
- martedì 25 aprile 2017

Il prezzo del grano che affama tutti.
Bella annata per il frumento, ottime rese e buona qualità. Peccato però che non siano questi i parametri per determinare il prezzo e tantomeno il costo di produzione. Il prezzo è il risultato della speculazione economica autorizzata anche sul cibo. Così ci si accorge troppo tardi che le borse merci con le migliori quotazioni, sono partite da 13 euro al quintale per arrivare ad un massimo di questi giorni, per il meglio del meglio: "speciale di forza, con proteina non inferiore al 13%, peso ettolitrico 79/80 e senza impurità", franco partenza (cioè con il trasporto a carico del produttore), di 18 euro al quintale, 0.18 centesimi al chilo.
continua...
- lunedì 17 aprile 2017

Pasqua, proteste in tutta Italia contro aperture di centri commerciali: “La liberalizzazione non crea lavoro”
Secondo Cgil, Cisl e Uil il decreto Salva Italia di Monti, che consente a negozi e outlet di restare aperti nei giorni festivi, ha preparato il terreno per una "degenerazione". Fino ad arrivare a un modello di sviluppo "non sostenibile". Ma se a Serravalle Scrivia l'azienda ha deciso unilateralmente, in altri casi si sono trovati accordi: "In Esselunga i genitori di bimbi sotto i 3 anni sono esentati dai turni domenicali”. Non solo Serravalle. La protesta contro le aperture degli esercizi commerciali nel week end di Pasqua si allarga un po’ in tutta Italia. “Serravalle è un emblema, ma il problema è nazionale”, dicono i responsabili del settore di Cgil, Cisl e Uil, compatti nella battaglia contro quella che definiscono “una deumanizzazione del lavoro”. E così dalla Puglia all’Emilia Romagna, passando per Lazio, Umbria e Toscana, sono molte le regioni in cui sono state promosse, in maniera unitaria, forme di mobilitazione. In altre (dal Veneto alle Marche, dall’Abruzzo alla Campania), i sindacati hanno promosso campagne informative rivolte non solo a chi lavorerà a Pasqua e Pasquetta, ma anche ai consumatori che in quei giorni si recheranno nei centri commerciali.
continua...
- domenica 16 aprile 2017

Appello internazionale per Suzuki-Maruti (India). In solidarietà dei sindacalisti condannati all'ergastolo.
I fatti. La Maruti è una fabbrica che impiega più di 300 operai, nel nord dell’India. Nel 2011 la fabbrica, in precedenza di appartenenza dello Stato, viene privatizzata e passa alla Suzuki. Subito, il 75% degli operai diventano precari senza nessuna garanzia, con il 50% del salario legato alla produttività, che quindi può crollare del 50%. Gli operai organizzano allora un sindacato indipendente, il MSWU, che riunisce lavoratori stabili e precari. Il nuovo sindacato chiede di essere riconosciuto, ma appena viene riconosciuto cominciano le rappresaglie dei proprietari. Gli operai cominciano allora a vedere circolare in fabbrica teppisti ingaggiati dalla direzione. Dopo essere stato insultato, un operaio viene sospeso. Il sindacato chiede il ritiro della sospensione, ma ottiene in cambio l’allargamento delle violenze, fino allo scoppio di un incendio con un morto. Da qui viene montata l’ulteriore provocazione, con testimonianze fabbricate, con l’arresto di decine e decine di lavoratori e militanti e infine la condanna dei 13 all'ergastolo e di altri 4 a cinque anni.
continua...
- sabato 15 aprile 2017

I COMMERCIANTI: LE AZIENDE INIZIANO A NON PAGARE
L’allarme dei rivenditori di mezzi chimici conferma la gravità della crisi. «Se non paghi le rate del trattore, vengono a riprenderselo, ma se un cliente non mi salda la fattura del diserbante posso solo aspettare e sperare…» Dante Boieri esterna le preoccupazioni dei commercianti di mezzi tecnici per l’agricoltura. La sua ditta è una delle più importanti del Novarese.
continua...
- sabato 15 aprile 2017

A Padova riprende l'iniziativa delle associazioni di base per avere un territorio comunale libero da OGM.

La COALIZIONE "PADOVA OGM FREE" invita i cittadini a esplicitare al sindaco la propria contrarietà agli OGM.

Entra in azione..., compila il form alla pagina web , ed invia una email al Sindaco, al Vice-Sindaco di Padova e ai Capigruppo in seno al Consiglio Comunale per dire "NO agli OGM", anche nel comune di Padova."





News

TESTO UNICO SUL BIOLOGICO, CHE COS'È E COSA CAMBIA NEL MONDO BIO
Un testo unico sul biologico per mettere finalmente ordine, in un settore che vale tre miliardi di euro e che negli ultimi anni, ha avuto un picco di richieste tra i consumatori. Nei giorni scorsi la Commissione Agricoltura del Senato ha approvato il Testo unico sull’agricoltura biologica. >>



Caporalato a Verona Immigrati sfruttati: cinque arresti
La guardia di finanza di Cesena ha smantellato oggi una rete di caporali che sfruttava il lavoro di stranieri irregolari nelle aziende agricole della provincia di Forlì, Ravenna e Verona. I finanzieri hanno arrestato cinque persone, tutte di nazionalità marocchina, e indagato altri quattro a piede libero. Le indagini hanno permesso di documentare le condizioni di sfruttamento dei dipendenti di tre cooperative di proprietà degli indagati. >>



Controlli sul lavoro agricolo in nero.
Carabinieri e ispettori del lavoro sono stati impegnati ieri mattina in alcuni controlli nel territorio di Albignasego e Due Carrare: nel mirino aziende agricole che impiegano manovalanza anche straniera nella lavorazione di ortaggi. >>