Cerca Contatti Archivio
 
Tecnologia e zootecniaCodaf: 25 milioni di mangiatoie

Un brevetto chiamato Giò. È il nome di una «tramoggetta», ossia di una mangiatoia automatica per allevamenti di polli, inventata e brevettata da un’azienda bresciana, la Codaf di Isorella. Semplice ma geniale, come tutte le cose semplici, e soprattutto es
Venticinque milioni di tali «tramoggette» andranno da Isorella in Brasile e in Usa via Israele, o meglio grazie alla rete commerciale degli israeliani della Plasson. La Plasson è una multinazionale di Tel Aviv leader mondiale negli impianti avicoli. La Codaf è l’azienda di Isorella detentrice del brevetto, piccola impresa specializzata nelle tecnologie per allevamenti di polli, fondata quarant’anni fa da Angiolino Daffi e oggi guidata con la figlia Marina, il fratello Mario e il nipote Ciro, ai quali si affianca Michele Baronchelli, giovane manager con laurea in economia e commercio. Il brevetto è una piccola tramoggia di plastica, ovvero una mangiatoia automatica che elimina completamente la manodopera per la regolazione del mangime dei pulcini. Ma come può un’impresa locale poco più che artigianale entrare a vele spiegate nel mercato globale, battendo la concorrenza dei colossi Usa? Grazie a un’idea originale divenuta un brevetto internazionale, depositato in Europa e nelle due Americhe. Un’idea semplice e vincente, e appunto perché tale esportabile. Una sorta di uovo di Colombo che tuttavia ha richiesto decenni di esperienza specialistica per essere realizzata. Se poi all’idea primigenia si aggiunge la globalità planetaria israeliana, il gioco è fatto. (a. ch.)


martedì 2 luglio 2002


News

Coronavirus, 5,7 mln di litri di latte al giorno dall’estero
Ogni giorno 5,7 milioni di litri di latte straniero attraversano le frontiere e invadono l’Italia con cisterna o cagliate congelate low cost di dubbia qualità in piena emergenza coronavirus, proprio mentre alcune aziende di trasformazione cercano di tagliare i compensi riconosciuti agli allevatori italiani, con la scusa della sovrapproduzione. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati del Ministero della salute relativi ai primi quindici giorni del mese di marzo 2020 sui flussi commerciali dall’estero in latte equivalente. Bisogna fermare qualsiasi tentativo di speculazione sui generi alimentari di prima necessità come il latte che – sottolinea la Coldiretti – nell’ultima settimana di rilevazione sui consumi ha registrato un balzo del 47% degli acquisti da parte delle famiglie, sulla base dei dati IRI che evidenziano anche l’aumento degli acquisti di formaggi, dalla mozzarella (+35%) al Grana Padano e Parmigiano Reggiano (+38%). >>



Accordo con Gottardo blocca la «marcia dei 100» di Tigotà
Guerra tra Poveri. Padova e Broni (Pavia), vittoria dei lavoratori della logistica. Gli addetti - spinti dalla proprietà - avevano protestato contro il picchetto Cobas dei facchini Qualcuno aveva addirittura scomodato il paragone con la marcia dei 40mila a Mirafiori. La lotta dei lavoratori della logistica Gottardo di Padova e Broni era stata messa in secondo piano dalla contro manifestazione di un centinaio di lavoratori dei Tigotà catena di negozi di cosmetici e per la casa che protestavano contro i blocchi che impedivano lapprovvigionamento dei punti vendita della stessa proprietà per la movimentazione merci. Per fortuna tutto si è concluso ieri con l’accordo siglato alla prefettura di Pavia con cui i sindacati Adl e Si Cobas portano a casa gran parte delle loro richieste che hanno fatto partire la mobilitazione dei facchini e da lunedì riporterà alla normalità il lavoro dei negozi Tigotà. E si spera zittisca anche la spirale mediatica che aveva alimentato lo scontro fra poveri. >>



Costa Rica. Ucciso il leader della comunità indigena e difensore dei diritti umani Bribri Sergio Rojas Ortiz
In Costa Rica è stato ucciso nei giorni scorsi il leader della comunità indigena Bribri, Sergio Rojas Ortiz. Nel paese centroamericano, come nel resto dell’America Latina, ci sono dei conflitti tra popolazioni indigene e proprietari terrieri. Le popolazioni autoctone nel mondo sono costituite da circa 370 milioni di persone, vale a dire più del 5% della popolazione mondiale e purtroppo sono inserite tra le popolazioni più svantaggiate e povere del mondo. >>