Cerca Contatti Archivio
 
"FESTA D'ESTATE. il cibo, l'agricoltura, la piazza". Protagonisti del Prato sapori, colori e saperi.

Dopo il successo delle edizioni passate, domenica 25 giugno dalle 9.00 alle 20.00, tornano in Prato della Valle (PD)orticoltori, agricoltori ed allevatori del gruppo di acquisto solidale “Il Ciclo Corto”.

AltrAgricoltura, assieme a tanti produttori ed associazioni, torna ad invitare le famiglie ad un momento di allegra convivialità… per una giornata di festa con il cibo che rigenera la vita. A disposizione della cittadinanza sarà allestito un vero e proprio mercatino della freschezza, con la possibilità di conoscere e degustare prodotti tipici e regionali, di grande qualità, liberi da OGM., informandosi nel contempo sulle possibilità di acquisto a prezzi giusti, fuori dalla logica speculativa dei “prodotti di nicchia” imposta dalla grande distribuzione. Una piccola fiera, dunque, in cui si gusti lo stare insieme in piazza, grandi e piccini, dove lo scambio di prodotti dell'artigianato e del commercio equo e solidale costituisca un’occasione di sensibilizzazione reciproca tra contadini/cittadini sul tema della produzione degli alimenti e del loro consumo. Un punto di incontro e confronto sui problemi della sicurezza alimentare, della tutela ambientale, della distribuzione del cibo e dell’omologazione del gusto. Per concretizzare, insomma, rapporti veri di collaborazione e circuiti di produzione e consumo, capaci di valorizzare le relazioni umane, i rapporti di lavoro, le produzioni alimentari rispettose della natura e, quindi, dell’uomo.


AltrAgricoltura Nord Est

sabato 24 giugno 2006


 
News

Usa, perdita gigantesca dall'oleodotto Keystone: versati 795 mila litri di petrolio
Una perdita gigantesca, parti a 210 mila galloni di petrolio (circa 795mila litri), si è verificata dall'oleodotto Keystone in South Dakota. Lo ha confermato TransCanada, l'azienda che gestisce la struttura. La struttura è stato chiusa e i responsabili si sono attivati per risalire alla causa di quanto accaduto. Si tratta della più grande perdita mai registrata nello Stato. >>



Il Parlamento europeo mette al bando Monsanto. L’azienda produttrice del RoundUp ha rifiutato di partecipare a un’audizione sull’erbicida glifosato.
I rappresentanti di Monsanto non possono più entrare al Parlamento europeo, dopo che la multinazionale statunitense ha rifiutato di partecipare alle audizioni su “I Monsanto Papers e il glifosato”, organizzate dalle commissioni ambiente e agricoltura per l’11 ottobre, in merito alle accuse secondo cui Monsanto, produttrice del RoundUp, avrebbe indebitamente influenzato le decisioni delle autorità regolatorie sui rischi dell’erbicida glifosato. >>



Veneto, i veleni della fabbrica nel sangue dei residenti.
Miteni Spa a Trissino. La «guerra dei Pfas» tracima i confini e diventa istituzionale e politica. Botta e risposta tra il governatore Zaia e la ministra Lorenzin. In 79 Comuni nelle province di Verona, Vicenza e Padova, 250 mila contaminati. La “guerra dei Pfas” tracima oltre i confini del Veneto. E diventa istituzionale, politica, ma soprattutto sui risarcimenti. Le sostanze perfluoro alchiliche (Pfas) hanno già avvelenato il sangue di più di 250 mila residenti in 79 Comuni fra le province di Verona, Vicenza e Padova. E come certificato dalla relazione dei carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Treviso fin dal 1990 la Miteni Spa a Trissino inquinava il suolo nell’impianto e il vicino torrente Poscola. >>