Cerca Contatti Archivio
 
Wu Ming presenta

11 GENNAIO 2018, ore 20:00, sede di AltrAgricoltura in Corso Australia 61, Padova. Sarà presente l'autore! L'associazione CATAI, in collaborazione con AltrAgricoltura Nord Est, organizza e presenta l'ultimo libro del collettivo WU MING "PROLETKULT" (Ed. Einaudi, pp. 344, €. 18,50). dI SEGUITO IL PROGRAMMA DELL'INIZIATIVA: ▶ Ore 18 aperitivo interplanetario in Catai + proiezione di fantascienza sovietica ▶ Ore 19.45 spostamento collettivo, piedi e bici munito, verso la sede di AltraAgricoltura Nordest ▶ Ore 20.45 inizio della presentazione del romanzo presso la sede di AltraAgricoltura Nordest in via Tassinari (vicino al teatro Geox) ▶ Ore 22.30 concerto live CIBO e BEVERAGGI sempre presenti (dalle 20 ad AltraAgricoltura)

"PROLETKULT", descrizione: Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, 1927. Una giovane dall’aspetto androgino si presenta al celebre scienziato e romanziere di fantascienza Alexandr Malinovskij, detto Bogdanov, ex amico di Lenin poi caduto in disgrazia, sostenendo di arrivare da un lontano pianeta, Nacun, dove il socialismo si è pienamente realizzato. Lì sarebbe stata concepita da un’aliena e da un vecchio compagno di Bogdanov, Leonid, di cui si sono perse le tracce. La ragazza dice di essere sulla Terra in missione per conto del suo popolo, e di voler cogliere l’occasione per ritrovare il padre, che i nacuniani hanno prima rapito poi riportato a casa. Lo scienziato la classifica come schizofrenica, ma decide lo stesso di aiutarla a cercare Leonid. Tra mille peripezie, nel classico stile di Wu Ming, la storia condurrà a un finale sorprendente, raccontando nel frattempo quegli anni di scontri e di trasformazione radicale del mondo.

BIDIMENSIONALITÀ (da una recensione di Mian88) Alla base di questo nuovo romanzo del collettivo di autori “Wu Ming” vi è lo studio e la rianalisi delle teorie marxiste e leniniste che hanno portato al fondamento e alla nascita dell’Unione Sovietica e del comunismo. Non stupisce dunque che tutta la narrazione assuma i caratteri dell’illusione e della disillusione, del tempo che si sussegue a spezzoni frammentando presente e passato, per poi rallentare innanzi all’aspetto filosofico delle teorie enunciate stesse. E nonostante l’opera abbia inizio con la figura di Denni, vero protagonista del componimento è Aleksandr Bogdanov, filosofo, politico, medico che ha teorizzato la tectologia ovvero quella scienza che statuisce che la società moderna debba essere necessariamente organizzata in strutture per avere un senso, una ratio, una ragione, una corretta organizzazione. Da qui nasce il Proletkult, organismo classe 1917 che ha quale caposaldo la classe proletaria e che rappresenta l’unica possibilità per il futuro (almeno nei suoi intenti in quanto questo avrebbe dovuto occuparsi di rivoltare l’organizzazione della realtà). Alla sua base vi è la necessarietà della cultura poiché senza questa qualsiasi operaio non avrà una vera possibilità di riscatto e di indipendenza perché dovrà sempre fare affidamento su soggetti più qualificati ed esperti in un determinato settore. Per trovare e dettare fondamento concreto al pensiero ideologico viene dato vita al mondo di Nacun, una città del Sole dove vige la legge universale dell’organizzazione. Per custodirne l’essenza e trasmetterne i caratteri quest’ultimo è trascritto nel libro di Bogdanov intitolato “Stella Rossa”. Un libro, che fa da perno agli sviluppi e che incentra e contestualizza anche la figura di Denni, la quale crede di essere giunta proprio da questo mondo ideale, luogo, tra l’altro, a cui cerca disperatamente di far ritorno. Il tutto in un connubio che oscilla tra realtà e immaginazione e che soprattutto nella prima parte dello scritto tende a confondere e a destabilizzare il lettore, non facendogli cogliere completamente in quale periodo storico si trova, l’oggetto della narrazione, il ruolo di ciascun personaggio introdotto. Soltanto superato il primo terzo del volume ciascun tassello inizia ad andare al proprio posto per condurre all’inevitabile e circolare epilogo. Con “Proletkult” i Wu Ming tornano in libreria con un testo forte e riflessivo che richiede però impegno nella lettura a causa della bidimensionalità su cui è incentrata l’intera costruzione dello scritto nonché a causa dei ricorrenti riferimenti filosofici che lo impregnano. Ad ogni modo un libro acuto, intelligente, che suscita molteplici riflessioni in chi legge e che conferma, nuovamente, la bravura, la competenza e la conoscenza storica e filosofico-politica del gruppo di scrittori.


AltrAgricoltura Nord Est

venerdì 11 gennaio 2019


 
News

Rapporto Caritas. In 10 anni poveri quasi triplicati.
Dal 2007 i poveri aumentati del 182%, uno su due è giovane o minorenne. In crescita anche i senza dimora. In Italia c'è un "esercito di poveri" in attesa che "non sembra trovare risposte e le cui storie si connotano per un'allarmante ronicizzazione e multidimensionalità dei bisogni". Lo sottolinea Caritas nel Rapporto 2018 su povertà e politiche di contrasto. Il numero dei poveri assoluti - ricorda l'organizzazione rilanciando i dati Istat - "continua ad aumentare" e supera i 5 milioni. "Dagli anni pre-crisi ad oggi il numero dei poveri è aumentato del 182%, un dato che dà il senso dello stravolgimento" causato dalla crisi. "Esiste uno 'zoccolo durò di disagio che assume connotati molto simili a quelli esistenti prima della crisi economica del 2007-2008 con la sola differenza che oggi il fenomeno è sicuramente esteso a più soggetti". Tra gli individui in povertà assoluta i minorenni sono un milione 208mila (il 12,1% del totale) e i giovani nella fascia 18-34 anni 1 milione 112mila (il 10,4%): "Oggi quasi un povero su due è minore o giovane". >>



I colli del Prosecco si spopolano: “Troppi pesticidi, non si respira e ci si ammala”
Case in svendita tra i vigneti: l’abuso di fitofarmaci influenza il mercato immobiliare coneglianese. CONEGLIANO – Fuggono dai colli e cercano una casa in centro. Perché, lo smog cittadino, è preferibile ai pesticidi che, ogni primavera, rendono l’aria delle colline coneglianesi irrespirabile. L’utilizzo di fitofarmaci sui vigneti del Prosecco sta influenzando il mercato immobiliare. Da una parte si ha un centro città saturo, dove è difficilissimo trovare immobili in affitto, dall’altra un circondario collinare zeppo di abitazioni vuote, in vendita. Anzi: in svendita. >>



Semine di mais OGM Mon810 in Friuli Venezia Giulia: comunicato ufficiale del "Coordinamento Zero OGM"
Il Coordinamento Zero OGM comunica che, a seguito delle semine illegali di mais OGM MON 810, avvenute il 21 aprile 2018 da parte del Signor Giorgio Fidenato nei campi di Colloredo di Monte Albano ( UD ) e in data imprecisata a Vivaro ( PN ), lunedì 09 luglio 2018 gli agenti del Corpo Forestale del Friuli Venezia Giulia hanno provveduto all’estirpazione del mais ed al ripristino della legalità. Nella stessa giornata sono stati abbattuti complessivamente, su disposizione del Ministero delle Politiche Agricole, 6.000 mq. di mais geneticamente modificato, prima nei campi di Colloredo di Monte Albano, poi in quelli di Vivaro. >>