Cerca Contatti Archivio
 
EFSA o BEFFA?

L’AUTORITÀ EUROPEA PER LA SICUREZZA ALIMENTARE AUTORIZZA: GLIFOSATO - OGM - PESTICIDI - PFAS, UN GROSSO FAVORE ALLE LOBBY DELL’AGROBUSINESS. UN GROSSO DANNO:  ALLA SALUTE DI TUTTI  ALL’AMBENTE  ALL’AGRICOLTURA  A TUTTE LE POPOLAZIONI VITTIME DELL’ESPANSIONE DELLE COLTIVAZIONI AGROTOSSICHE.   PER LA SICUREZZA ALIMENTARE, PER IL RISPETTO DEL PRINCIPIO DI PRECAUZIONE, PER LA DIFESA DELL’AMBIENTE: MANIFESTAZIONE - PRESIDIO -ASSEMBLEA - PARMA venerdì 9 NOVEMBRE 2018 DALLE 10.00 DAVANTI SEDE EFSA VIALE PIACENZA (angolo via Carlo Magno 1A). Per info: coordinamentozeroogm@gmail.com - Tel : 349433154 - 3391610100 - mercatiniera@yahoo.com

L’EFSA, l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, produce consulenza specialisti-ca per consentire alla Commissione europea, al Parlamento europeo e agli stati membri dell’UE di prendere decisioni efficaci e puntuali in materia di gestione del rischio, grazie ai quali viene assicurata la protezione della salute dei consumatori europei e la sicurezza del cibo e della catena alimentare. Negli ultimi anni sono emerse numerose ombre sulla reale indipendenza dell’operato di membri e ricercatori che operano all’interno di questa agenzia. Secondo la Ong Ceo (Corporate Europe Observatory), circa la metà, il 46%, degli esperti arruolati all’Efsa "sono in situazione di conflitto di interessi finanziari diretti o indiretti con l’industria agroalimentare e alimentare". Rispetto alla composizione di panel prece-denti, sostiene il Ceo, la percentuale dei soggetti in conflitto di interessi è in calo, dal 59% al 46%. Resta comunque un dato allarmante! I casi controversi più recenti riguardano:  Le valutazioni sulla cancerogenicità e genotossicità del glifosate (noto erbicida pro-dotto da molte multinazionali dell’agrochimica, noto soprattutto con il nome di Round Up di proprietà della Monsanto) che si sono rivelate in contrasto con quelle dello IARC (l’Agenzia Internazionale per la ricerca sul Cancro); questo comportamento ha portato ad una proroga di 5 anni dell’autorizzazione alla commercializzazione dell’erbicida.    Le autorizzazioni rilasciate per la registrazione di alcune varietà di mais e soia OGM (di Bayer CropScience, DowAgroscience e Monsanto) nonostante la divergenza delle conclusioni di studi scientifici indipendenti. Un caso tra i più recenti riguarda addirittu-ra della valutazioni del rischio condotte da parte dell’EFSA su 2 varietà di sola respin-te dal Parlamento europeo perché dichiarate inaccettabili per le lacune in termini di informazioni e le incertezze riscontrate nelle valutazioni stesse;

CI CHIEDIAMO:  Le decisioni (come nel caso del glifosate) che coinvolgono ambiente e salute non do-vrebbero essere soggette al principio di precauzione dettato dall’articolo 191 del TFUE?    Come può un’autorità che dovrebbe garantire la sicurezza, avere dei membri che so-no stati coinvolti nello scandalo rivelato dai cosiddetti "Monsanto Papers" (la famosa inchiesta di Le Monde)

NON POSSIAMO PERMETTERE CHE LA NOSTRA SI-CUREZZA ALIMENTARE SIA NELLE MANI DI UN OR-GANISMO CHE ANZICHÉ TUTELARCI ASSECONDA GLI INTERESSI DELLE LOBBY DELL’AGROBUSINESS
AltrAgricoltura Nord Est

lunedì 5 novembre 2018


 
News

Rapporto Caritas. In 10 anni poveri quasi triplicati.
Dal 2007 i poveri aumentati del 182%, uno su due è giovane o minorenne. In crescita anche i senza dimora. In Italia c'è un "esercito di poveri" in attesa che "non sembra trovare risposte e le cui storie si connotano per un'allarmante ronicizzazione e multidimensionalità dei bisogni". Lo sottolinea Caritas nel Rapporto 2018 su povertà e politiche di contrasto. Il numero dei poveri assoluti - ricorda l'organizzazione rilanciando i dati Istat - "continua ad aumentare" e supera i 5 milioni. "Dagli anni pre-crisi ad oggi il numero dei poveri è aumentato del 182%, un dato che dà il senso dello stravolgimento" causato dalla crisi. "Esiste uno 'zoccolo durò di disagio che assume connotati molto simili a quelli esistenti prima della crisi economica del 2007-2008 con la sola differenza che oggi il fenomeno è sicuramente esteso a più soggetti". Tra gli individui in povertà assoluta i minorenni sono un milione 208mila (il 12,1% del totale) e i giovani nella fascia 18-34 anni 1 milione 112mila (il 10,4%): "Oggi quasi un povero su due è minore o giovane". >>



I colli del Prosecco si spopolano: “Troppi pesticidi, non si respira e ci si ammala”
Case in svendita tra i vigneti: l’abuso di fitofarmaci influenza il mercato immobiliare coneglianese. CONEGLIANO – Fuggono dai colli e cercano una casa in centro. Perché, lo smog cittadino, è preferibile ai pesticidi che, ogni primavera, rendono l’aria delle colline coneglianesi irrespirabile. L’utilizzo di fitofarmaci sui vigneti del Prosecco sta influenzando il mercato immobiliare. Da una parte si ha un centro città saturo, dove è difficilissimo trovare immobili in affitto, dall’altra un circondario collinare zeppo di abitazioni vuote, in vendita. Anzi: in svendita. >>



Semine di mais OGM Mon810 in Friuli Venezia Giulia: comunicato ufficiale del "Coordinamento Zero OGM"
Il Coordinamento Zero OGM comunica che, a seguito delle semine illegali di mais OGM MON 810, avvenute il 21 aprile 2018 da parte del Signor Giorgio Fidenato nei campi di Colloredo di Monte Albano ( UD ) e in data imprecisata a Vivaro ( PN ), lunedì 09 luglio 2018 gli agenti del Corpo Forestale del Friuli Venezia Giulia hanno provveduto all’estirpazione del mais ed al ripristino della legalità. Nella stessa giornata sono stati abbattuti complessivamente, su disposizione del Ministero delle Politiche Agricole, 6.000 mq. di mais geneticamente modificato, prima nei campi di Colloredo di Monte Albano, poi in quelli di Vivaro. >>