Cerca Contatti Archivio
 
Ultime notizie sulla trasformazione della Cattedrale Davanzo in Centro Commerciale della Leroy Merlin.

Cari tutt*, vi aggiorniamo un po’ sull’iter che sta seguendo la trasformazione dell’ex macello di Corso Australia (Cattedrale Davanzo) in centro commerciale Leroy Merlin. Le osservazioni alla Variante al Piano degli Interventi, presentate l’estate scorsa da molti cittadini, sono state esaminate il 30 maggio in Commissione Urbanistica. La seduta era in parte segreta, per ragioni legate alla privacy dei cittadini, ma i membri del Comitato Cattedrale Davanzo conoscono buona parte di quelle osservazioni... perché le hanno scritte! Alcuni del Comitato Davanzo sono anche andati ad assistere alla seduta.

Tra gli argomenti in discussione c’era la delimitazione d’ambito dell’area lungo corso Australia dove dovrebbe sorgere il nuovo viadotto, lungo la fascia di rispetto del cimitero monumentale e che condurrà esclusivamente all’interno dell’area parcheggio di Leroy Merlin, noto come “polipo”. La decisone passerà ora al Consiglio Comunale: se i consiglieri decideranno di non approvare la Variante il “polipo” non si farà. Se, invece, lo approveranno, spianeranno (letteralmente!) la strada al nuovo centro commerciale. Come cittadini preoccupati del futuro della città, invitiamo tutti i padovani a seguire da vicino gli sviluppi della vicenda ed a partecipare alle iniziative di pubblicizzazione del problema ed opposizione al saccheggio del territorio.

Per agevolare la comprensione della problematica vi indirizziamo a questo estratto delle videoregistrazioni del percorso fatto da una cinquantina di associazioni padovane che in maniera unanime si sono espresse contro la realizzazione del “Polipo” nel percorso partecipativo di Agenda 21 (ma ovviamente l’invito è quello di visionare anche il resto dal sito di padovanet!) Nel video, di circa diciotto minuti, del quale vi mandiamo il link, (https://drive.google.com/…/1QtfK_f2QWekPM93rcx1bywur_…/view…) a partire dal 0013.00 minuto, si articolano due interventi, quelli degli architetti Sergio Lironi e Luisa De Biasio Calimani, che mettono a nudo la bugia sostanziale sulla quale si è basato l’argomentare della giunta padovana e cioè che NULLA è più possibile fare per fermare il progetto Leroy Merlin (o quantomeno gli aspetti distruttivi del territorio e tessuto urbano che il progetto comporta).

Così non è: ad esempio NESSUN ONERE E’ DOVUTO ALLA LEROY MERLIN SE IL PIANO DEGLI INTERVENTI FOSSE RIGETTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE. Ribadiamo la contrarietà alla costruzione di questo nuovo raccordo/cavalcavia funzionale non alla città bensì ai soli interessi della struttura privata di Leroy Merlin.
AltrAgricoltura Nord Est

lunedì 4 giugno 2018


 
News

Rapporto Caritas. In 10 anni poveri quasi triplicati.
Dal 2007 i poveri aumentati del 182%, uno su due è giovane o minorenne. In crescita anche i senza dimora. In Italia c'è un "esercito di poveri" in attesa che "non sembra trovare risposte e le cui storie si connotano per un'allarmante ronicizzazione e multidimensionalità dei bisogni". Lo sottolinea Caritas nel Rapporto 2018 su povertà e politiche di contrasto. Il numero dei poveri assoluti - ricorda l'organizzazione rilanciando i dati Istat - "continua ad aumentare" e supera i 5 milioni. "Dagli anni pre-crisi ad oggi il numero dei poveri è aumentato del 182%, un dato che dà il senso dello stravolgimento" causato dalla crisi. "Esiste uno 'zoccolo durò di disagio che assume connotati molto simili a quelli esistenti prima della crisi economica del 2007-2008 con la sola differenza che oggi il fenomeno è sicuramente esteso a più soggetti". Tra gli individui in povertà assoluta i minorenni sono un milione 208mila (il 12,1% del totale) e i giovani nella fascia 18-34 anni 1 milione 112mila (il 10,4%): "Oggi quasi un povero su due è minore o giovane". >>



I colli del Prosecco si spopolano: “Troppi pesticidi, non si respira e ci si ammala”
Case in svendita tra i vigneti: l’abuso di fitofarmaci influenza il mercato immobiliare coneglianese. CONEGLIANO – Fuggono dai colli e cercano una casa in centro. Perché, lo smog cittadino, è preferibile ai pesticidi che, ogni primavera, rendono l’aria delle colline coneglianesi irrespirabile. L’utilizzo di fitofarmaci sui vigneti del Prosecco sta influenzando il mercato immobiliare. Da una parte si ha un centro città saturo, dove è difficilissimo trovare immobili in affitto, dall’altra un circondario collinare zeppo di abitazioni vuote, in vendita. Anzi: in svendita. >>



Semine di mais OGM Mon810 in Friuli Venezia Giulia: comunicato ufficiale del "Coordinamento Zero OGM"
Il Coordinamento Zero OGM comunica che, a seguito delle semine illegali di mais OGM MON 810, avvenute il 21 aprile 2018 da parte del Signor Giorgio Fidenato nei campi di Colloredo di Monte Albano ( UD ) e in data imprecisata a Vivaro ( PN ), lunedì 09 luglio 2018 gli agenti del Corpo Forestale del Friuli Venezia Giulia hanno provveduto all’estirpazione del mais ed al ripristino della legalità. Nella stessa giornata sono stati abbattuti complessivamente, su disposizione del Ministero delle Politiche Agricole, 6.000 mq. di mais geneticamente modificato, prima nei campi di Colloredo di Monte Albano, poi in quelli di Vivaro. >>