Cerca Contatti Archivio
 
"Fino a 7 fungicidi nella stessa bottiglia di Prosecco" Quasi tutti bocciati i marchi analizzati da "Il Salvagente"

CONEGLIANO-VALDOBBIADENE - Il Prosecco? “Un cocktail da brividi”. Così l’ha definito "Il Salvagente", prestigioso mensile dedicato ai consumatori, dopo i test che hanno rivelato la massiccia presenza di pesticidi nelle bottiglie analizzate. Nel numero in uscita in questi giorni, sono stati diffusi i risultati dei test effettuati su 12 bottiglie di Prosecco, appartenenti ai marchi più diffusi nei supermercati. Il risultato non è dei più lusinghieri: tutte e 12 presentavano infatti almeno un residuo di pesticida, con una media di 6 a testa. E anche l’unico prodotto bio analizzato ha fatto riscontrare la presenza del folpet, un pesticida vietato nell’agricoltura biologica. Dovrebbe però trattarsi, vista la quantità minima, di una contaminazione causata da una probabile deriva.

Bollino nero invece per un altro marchio, che ha il primato di ben 7 fungicidi differenti scoperti dalle analisi. Il Salvagente ha chiesto agli esperti di rilevare la presenza di 352 sostanze, tra cui solfiti, erbicidi, diserbanti e fungicidi. “Chiariamolo subito, in nessun caso i residui trovati superavano il limite massimo di residuo (Lmr) consentito per ogni sostanza, ma questo non è in sé un dato sufficiente per passare oltre e tirare avanti tranquilli” scrive Lorenzo Misuraca nell’articolo che apre il dossier. “Sono davvero tante le sostanze nocive o potenzialmente tali che possono essere contenute in un prodotto apparentemente semplice come il Prosecco. Tra solfiti, fungicidi, insetticidi, diserbanti e simili, la lista è lunghissima – prosegue – Per la precisione, il laboratorio incaricato dal Sal- vagente ha ricercato 352 sostanze all’interno di ogni lotto analizzato, trovandone sette, oltre agli immancabili solfiti”.

Si tratta – oltre al già citato Folpet – di Pyrimethanil, Boscalid, Dimethomorph, Metalaxil, Cyprodinil, Fluopicolide. Il Salvagente è leader nei test di laboratorio contro le truffe ai consumatori: quello pubblicato oggi è un servizio destinato sicuramente a far discutere, vista anche la recente “Marcia Stop Pesticidi” tenutasi lo scorso 13 maggio tra Cison di Valmarino e Follina. Nel mensile sono disponibili tutti i risultati dei test, con tanto di pagelle (e bocciature) ai 12 marchi analizzati. (di Roberto Silvestrin)


www.oggitreviso.it

mercoledì 23 maggio 2018


 
News

Semine di mais OGM Mon810 in Friuli Venezia Giulia: comunicato ufficiale del "Coordinamento Zero OGM"
Il Coordinamento Zero OGM comunica che, a seguito delle semine illegali di mais OGM MON 810, avvenute il 21 aprile 2018 da parte del Signor Giorgio Fidenato nei campi di Colloredo di Monte Albano ( UD ) e in data imprecisata a Vivaro ( PN ), lunedì 09 luglio 2018 gli agenti del Corpo Forestale del Friuli Venezia Giulia hanno provveduto all’estirpazione del mais ed al ripristino della legalità. Nella stessa giornata sono stati abbattuti complessivamente, su disposizione del Ministero delle Politiche Agricole, 6.000 mq. di mais geneticamente modificato, prima nei campi di Colloredo di Monte Albano, poi in quelli di Vivaro. >>



Pordenone, “prosciutti San Daniele dop contraffatti”: 103 indagati. Sequestrati 270mila salumi.
Sotto inchiesta anche responsabili e impiegati del macello di Aviano, allevatori, prosciuttifici, ispettori del Consorzio di tutela. Sedici posizioni segnalate ad altre procure. La Procura ipotizza anche truffe per ottenere un contributo previsto dal piano di sviluppo rurale della Comunità europea di 400mila euro, e per incassare ulteriori contributo per 520mila euro. >>



Latina, imprenditore agricolo non paga i braccianti e li travolge con la macchina, un ferito.
L'uomo avrebbe lasciato per due mesi un gruppo di lavoranti extracomunitari senza stipendio. Alle proteste degli uomini li avrebbe investiti: denunciato dalla polizia per lesioni dolose. >>