Cerca Contatti Archivio
 
Carrefour ristruttura in Francia: taglio di 2.400 posti, più vendite online, negozi di vicinato e sviluppo dei prodotti biologici.

Per anticipare i nuovi modelli di consumo, la catena francese della grande distribuzione Carrefour ha annunciato un piano-chock di ristrutturazione, che prevede: 2.400 dimissioni volontarie su 10.500 dipendenti delle sedi francesi; riduzione dei costi di due miliardi di euro l’anno entro il 2020 e due miliardi di investimenti annui entro il 2018; riduzione del 5%, entro il 2020, della superficie complessiva dei suoi 247 ipermercati, nessuno dei quali, però, sarà chiuso. Al contrario rispetto a questa posizione, Carrefour ha annunciato che chiuderà 273 discount dell’ex catena Dia, se non troverà un acquirente.

La catena di supermercati vuole diventare “l’omnicanale di riferimento”, consentendo ai clienti di acquistare attraverso diversi modi (fisici e digitali) in relazione alle preferenze dei consumatori. Da una parte il piano prevede massicci investimenti nel digitale, fino a 2,8 miliardi di euro entro il 2022 e il lancio nel 2018 di un’unica piattaforma e-commerce in Francia. Dall’altra, Carrefour prevede l’apertura di almeno 2.000 negozi di prossimità nei prossimi cinque anni nelle grandi metropoli.

L’intento è di puntare sulla qualità alimentare e l’accessibilità a un prezzo ragionevole. L’obiettivo, entro il 2022, è di attrarre un milione di nuovi consumatori in Francia, con una crescita delle vendite dei prodotti freschi tradizionali tre volte superiore rispetto al settore del largo consumo. L’obiettivo è raggiungere i cinque miliardi di euro di fatturato nel biologico, un terzo del quale attraverso i prodotti a marchio Carrefour.

La compagnia conta attraverso l’e-commerce di guadagnare posizioni nel mercato cinese. A riprova di ciò va detto che il colosso di internet Tencent e la catena di supermercati Yonghui si stanno preparando a entrare nel capitale della filiale cinese di Carrefour.
http://www.ilfattoalimentare.it/

martedì 13 febbraio 2018


 
News

La rivolta dei Raiders contro l'algoritmo.
Per alcuni, quello dei riders, è un lavoretto da studenti, per altri è una moderna forma di auto-imprenditorialità, il cui mezzo di produzione sarebbe la propria bicicletta e/o scooter..In realtà dietro l'algoritmo che commissiona loro, per conto di singoli esercizi o grosse catene della ristorazione, il cibo da consegnare a domicilio e calcola il costo del loro servizio, si nascondono persone in carne ed ossa che fanno grandi profitti. >>



Stato di polizia in Salento. Manganellate sui notap e 52 fermi di polizia.
 Stato di polizia in Salento. Manganellate sui notap e 52 fermi di polizia 09 Dicembre 2017 | in NO TAV&BENI COMUNI. Stampa |||||||  Chiuso per dignità. A Melendugno sciopero contro il TAP. Stato di polizia in Salento. Manganellate sui notap e 52 fermi di polizia Stato di polizia in Salento. Manganellate sui notap e 52 fermi di polizia Altra giornata di repressione a Melendugno, dove un gruppo di oltre una cinquantina di manifestanti è stato fermato all'interno della zona rossa. L'episodio è avvenuto durante una delle consuete passeggiate pomeridiane in zona San Basilio con cui gli attivisti continuano a manifestare la contrarietà all'ennesima grande opera inutile. Un centinaio di attivisti si sono ritrovati nel primo pomeriggio di oggi a ridosso della zona rossa, e una parte di loro è riuscita ad aggirare il primo blocco. Subito dopo sono stati accerchiati, ammanettati e portati in questura a Lecce, tra loro ci sarebbero anche alcuni minorenni. Ci sarebbero dei feriti tra cui una ragazza appena ventenne. >>



Usa, perdita gigantesca dall'oleodotto Keystone: versati 795 mila litri di petrolio
Una perdita gigantesca, parti a 210 mila galloni di petrolio (circa 795mila litri), si è verificata dall'oleodotto Keystone in South Dakota. Lo ha confermato TransCanada, l'azienda che gestisce la struttura. La struttura è stato chiusa e i responsabili si sono attivati per risalire alla causa di quanto accaduto. Si tratta della più grande perdita mai registrata nello Stato. >>