Cerca Contatti Archivio
 
Festa di Primavera: L’AGRICOLTURA VA IN PIAZZA!


domenica 13 marzo - Prato della Valle - Padova - ore 10,00 - 18,00 per la promozione dei GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE A CICLO CORTO. Una giornata di festa con il cibo fonte di vita ma anche occasione di incontro e allegria. L'ASSOCIAZIONE "AltrAgricoltura Nord Est" in collaborazione con orticoltori, agricoltori ed allevatori, con "SALUTE E GUSTO" lo sportello informativo del Movimento Difesa del Cittadino, Legambiente, Aiab, Biorekk, Greenpeace, organizza una giornata di festa, di incontri con degustazione di buoni cibi, tipici e regionali, di grande qualità, senza OGM e biologici. Una Festa per condividere il risveglio delle produzioni naturali, per indicare all'opinione pubblica ed al sistema distributivo che il cibo non è una merce ed è possibile produrlo senza strangolare i produttori con l'imposizione di un prezzo troppe volte al di sotto dei costi di distribuzione. Per indicare che è possibile proporre un cibo ricco di saperi, sapori e gusto, privi di pesticidi, ormoni, antibiotici ed OGM, senza trattamenti con radiazioni ionizzanti (cesio137 o cobalto60); ed è possibile distribuirlo, superando la logica speculativa del "prodotto di nicchia", a prezzi equi ed accessibili a tutte le tasche. Gruppi di Acquisto Solidale “Il Ciclo Corto” per un'altragricoltura, un progetto che si rivolge a tutti i cittadini che vogliono: - Sapere cosa mangiano veramente; - Acquistare a prezzi accessibili alimenti sicuri e buoni, che escludono Organismi Geneticamente Modificati, antibiotici, promotori di crescita, farine animali, residui chimici; - Riconoscere al cibo, alle pratiche inerenti alla sua produzione, funzione etica nella rigenerazione della vita, della natura in generale; - Salvaguardare la fertilità della terra, l'ambiente e le risorse naturali; - Valorizzare le produzioni agricole a ciclo corto, espressione di metodi produttivi a conduzione diretta, a basso impatto ambientale; - Tutelare il lavoro agricolo e la sua qualità, assicurando solidarietà di filiera etica per un'equa remunerazione dei lavoratori; - Sostenere le aziende agricole locali che praticano l'agricoltura biologica; - Sostenere le aziende agricole locali e filiere produttive normate, ecocompatibili ed ecosostenibili, che praticano agricoltura convenzionale escludendo l'uso di OGM, della chimica e della bioingegneria; - Difendere la biodiversità della natura, secondo i principi della Sovranità Alimentare; - Diffondere una cultura che miri al rispetto della pace, della solidarietà, dei diritti dell'uomo, degli animali, dell'ambiente; - Sostenere i progetti sociali di cooperazione internazionale e commercio equo-solidale nel mondo. Iscrivetevi ai GAS a ciclo corto e richiedete la cassetta di spesa di verdura e frutta stagionale, di carne, latte, formaggi, burro, uova, olio... Programma della giornata: Ore 10,30 - Apertura dei banchi prodotti alla cittadinanza. Apertura degli sportelli informativi sugli OGM e sull'irraggiamento dei cibi con radiazioni ionizzanti. Ore 11,30 - 12,00 - Animazione e giocoleria per bambini. Ore 12,30 - Degustazione di Prosecco “Muliana” dell'azienda vitivinicola Eris Spagnol di Valdobbiadene. Ore 13,00 - Degustazione prodotti della nostra campagna (frutta, formaggi e latte vaccino, formaggi di pecora, salumi, olio di oliva, vino, dolci). Ore 15,00 - Animazione e giocoleria per bambini - Degustazioni. Ore 18,00 - Saluti e arrivederci alla Festa delle Ciliegie...


giovedì 10 marzo 2005


 
News

Ammazzarsi non è la soluzione.
Giovanni Viola, trentenne, si è impiccato nella sua azienda agricola. Giovanni era sposato, era padre di un bambino, era un produttore agricolo capace, era una brava persona che non accettava la situazione economica in cui era precipitato. Per tutto questo non ha retto. Le brave persone non fanno mai del male agli altri, non ci riescono, e per questo ieri dopo pranzo si è recato nella sua azienda e li ha compiuto l’ultimo atto - assurdo e per nulla condivisibile - della sua breve vita. Siamo alla resa dei conti, quello di ieri non è il gesto disperato di un singolo. NO! Vittoria sta vivendo la crisi economica e sociale più ampia della sua storia recente. Migliaia di titolari di aziende agricole, artigianali e commerciali si trovano nelle stesse condizioni economiche e psicologiche in cui si trovava Giovanni. Nessuno ha compreso quanto sia ampio il livello di disperazione di questa terra. Quella di ieri è solo una piccola frazione della punta dell’iceberg che ci sta venendo addosso. Il rischio, che va subito contrastato è l’emulazione. Togliersi la vita non è la soluzione. >>



SOLIDARIETA' AL POPOLO MAPUCHE!
“Operazione Uragano”. È il nome che i carabinieri cileni hanno scelto per un’azione repressiva contro 8 leader del popolo mapuche, il popolo “originario” che da secoli lotta per la sua terra. Gli 8 erano stati arrestati, in via preventiva, per associazione terroristica, accusati di aver prodotto attacchi incendiari. >>



Le Ong possono chiedere il riesame delle autorizzazioni agli OGM, perché ambiente e salute sono connessi. Il Tribunale dell’Ue dà torto alla Commissione.
Il Tribunale dell’Ue ha annullato la decisione con la quale la Commissione europea aveva respinto la richiesta di un’organizzazione non governativa, la TestBioTech, volta ad ottenere il riesame dell’autorizzazione all’immissione in commercio di prodotti contenenti soia geneticamente modificata. La richiesta dell’Ong era stata avanzata sulla base di un regolamento dell’Unione che consente alle organizzazioni non governative di partecipare ai processi decisionali in materia ambientale, il cosiddetto “regolamento di Aarhus”. La Commissione Ue aveva obiettato che gli aspetti legati alla valutazione sanitaria degli alimenti o dei mangimi OGM non potevano essere esaminati nel contesto del regolamento di Aarhus, dal momento che tali aspetti non riguardavano la valutazione dei rischi ambientali, bensì il settore della sanità. >>