Cerca Contatti Archivio
 
L’invasione del miele adulterato cinese. Le frodi sono difficilissime da identificare.

È molto difficile da individuare, ma sta compromettendo l’attività di migliaia di apicoltori in tutto il mondo, soprattutto nei paesi più poveri, dove mancano le grandi aziende in grado di reggere una concorrenza così sleale. Il miele adulterato con zuccheri – in estrema sintesi, miele diluito con sciroppi vari, principalmente derivanti dal riso, dal mais e dalla barbabietola – cinese (ma non solo), grazie ai prezzi stracciati sta distorcendo il mercato. A raccontare che cosa rappresenta, oggi, questo prodotto, è Wired, che in un lungo articolo parte dalle storie dei piccoli apicoltori messicani, ai quali 5 anni fa un chilogrammo di miele biologico e raccolto da un circuito fair trade veniva pagato 47 pesos (poco meno di 2 euro), mentre oggi solo 35 pesos, un prezzo che non basta a coprire i costi e che per questo costringe molti ad abbandonare le arnie. Alcuni di questi apicoltori, però, non si sono dati per vinti, e hanno iniziato ad analizzare il miele della grande distribuzione, e a lanciare una campagna internazionale affinché in molti facciano lo stesso.
giovedì 18 febbraio 2021
Leggi l'articolo...


Parchi eolici: strage di vacche in Francia. E in Italia?

Le turbine eoliche possono uccidere. Uccidere ed arrecare danni ad esseri viventi, e più in generale all’ambiente. Lo farebbe pensare la vicenda che vede contrapposti da un lato due allevamenti della Loira, in Francia, e dall’altro la Abo Wind, titolare del parco eolico “Quatre Seigneurs“ (Quattro Signori) di Nozay, 43 chilometri a nord di Nantes, e la tedesca Kgal che quell’impianto realizzò, nel 2012. Da allora, nei due allevamenti sono stati registrati insoliti comportamenti nelle vacche al pascolo, una riduzione della loro produttività, problemi nella caseificazione e, via via nel tempo, la morte di ben quattrocento capi. Davvero troppo per non suscitare comprensibili sospetti, eseguire delle perizie (oltre trenta, sulla presenza di campi elettrici ed elettromagnetici, oltre agli accertamenti veterinari) e protrarre nel tempo tutte le azioni possibili, al fine di giungere a capo del problema.
giovedì 18 febbraio 2021
Leggi l'articolo...


NON PUOI BREVETTARE IL SOLE. DI STATO, CAPITALISMO BIOTECNOLOGICO, COMUNISMO DEI VACCINI.

Si dice che la pandemia segni il “ritorno dello stato”. Ma che “Stato” ritorna? Lo “Stato” assicuratore, quello che garantisce gli indennizzi in maniera caotica e temporanea, congela la società e non ha la capacità di evitare la recessione. È lo stato-imprenditore del mercato e a sostegno del mercato, basta vedere le linee più certe e comprensibili in quel caos delle bozze del Recovery Plan europeo, la madonnina portata in processione per chiedere il ritorno alla “normalità”.
mercoledì 17 febbraio 2021
Leggi l'articolo...


CAI SpA, Federconsorzi 2. La Grande Abbuffata di Federico Vecchioni e il cerchio magico di Coldiretti.

Consorzi Agrari d’Italia o CAI S.p.A., alias Federconsorzi 2. La Grande Abbuffata descritta nel dossier dei veleni trova conferma nelle visure camerali delle società coinvolte. (1) Federico Vecchioni e il cerchio magico di Coldiretti ricavano benefici economici individuali e/o familiari dalle operazioni condotte sul patrimonio collettivo degli agricoltori italiani. Alcuni nomi e dettagli a seguire.
mercoledì 17 febbraio 2021
Leggi l'articolo...


PREPARIAMO UN NUOVO ORDINE PER LE ARANCE BELLADONNA DI ROSARNO! Continua la campagna della solidarietà!

RAFFORZIAMO A PADOVA LA PRESENZA DELLE ARANCE E DI TUTTI I PRODOTTI DI “S.O.S. ROSARNO”.
martedì 16 febbraio 2021
Leggi l'articolo...


Operazione “Drago verde”: il bluff del governo ecologico

Chi l’avrebbe detto, solo pochi mesi fa, che il Movimento 5 Stelle avrebbe organizzato la più colossale operazione di green washing a favore del governo più di sistema della storia della Repubblica? Le grisaglie cementizie degli ottimati guidati da Mario Draghi si sono prestati, tra il compiaciuto e l’imbarazzato, allamascherata verde che, nel Giovedì Grasso del 2021, ha aperto le strade alla loro restaurazione. IL CAVALLO DI TROIA, questa volta, si chiama Ministero della Transizione Ecologica.
martedì 16 febbraio 2021
Leggi l'articolo...


La guerra, l’aratore e il letame. Unire le differenze per uscire dalla sconfitta

Se dovessi trovare una sola parola per descrivere la fase in cui siamo, sarebbe, senza dubbio, “sconfitta”. Il sostantivo “sconfitta” definisce l’esito infausto di una guerra, di uno scontro o un conflitto prevedendo, dunque, che ci sia qualcuno che possa vantare una vittoria. Provando a guardare la nostra condizione dall’alto dello “zoom on” di una telecamera che fa marcia indietro restituendoci il nostro tempo con l’inquadratura da campo largo, la vedremmo chiaramente: sarebbe l’immagine di un campo di battaglia in cui è andata, e va, in scena lo scontro fra il capitalismo del nostro tempo (spietato nella sua barbarie predatoria) e la democrazia. In quel campo un pugno di vincitori si aggira fra i corpi degli sconfitti per saccheggiarne i beni: la terra, l’acqua, l’energia, le vite, il lavoro, i diritti.
lunedì 15 febbraio 2021
Leggi l'articolo...


Ottima la prima dell’Alleanza per la Sovranità Alimentare

14.2.21 – Com. stampa. Alleanza Sociale per la Sovranità Alimentare. Si è tenuto su piattaforma web come previsto il primo appuntamento assembleare dell’Alleanza Sociale per la Sovranità Alimentare. Con inizio alle 19.30 e fino alle 21.45 si sono trovate oltre 60 persone fra le 250 che hanno già sottoscritto il documento “Per l’Agroalimentare dei diritti” pubblicato al termine di venti giorni di mobilitazione nel dicembre scorso. Due relazioni introduttive (Gianni Fabbris e Vincenzo Tosti) e 26 interventi per un dibattito che ha mostrato motivazioni forti a dare vita al progetto comune insieme a una ricchezza ed una vivacità all’altezza degli obiettivi dell’assemblea.
domenica 14 febbraio 2021
Leggi l'articolo...


Coldiretti e Unaprol. Il destino incerto di fondi pubblici destinati agli olivicoltori italiani.

Coldiretti, Unaprol, Oleum Italia Srl. Il destino incerto di fondi pubblici destinati agli olivicoltori italiani merita indagini da parte delle autorità competenti, ma non compiacenti. Ecco perché. Unaprol ScpA, Consorzio Olivicolo Italiano Unaprol ScpA, Consorzio Olivicolo Italiano, è una delle molte entità con sede a Roma, via XXIV Maggio 43. Il palazzo di Federconsorzi, Federconsorzi 2 (alias Consorzi Agrari d’Italia, CAI SpA) e Coldiretti. Unaprol dovrebbe rappresentare l’interesse di migliaia di imprese olivicole, ma la lettura dei suoi bilanci e le visure camerali mostrano una realtà diversa. Conflitti d’interessi impuniti – come sempre accade, alla corte di Palazzo Rospigliosi – e forse anche altro (1,2). Senza potersi escludere la possibile sussistenza di delitti quali la malversazione ai danni dello Stato, che nessun magistrato né altra autorità di vigilanza hanno ancora avuto merito di indagare. A seguire, alcuni dei protagonisti della vicenda Unaprol.
sabato 6 febbraio 2021
Leggi l'articolo...


Francia condannata per non aver agito contro il cambiamento climatico

E' una sentenza storica che arriva dopo un'azione legale intrapresa nel 2018 da quattro Ong e supportata dalle firme di oltre 2,3 milioni di cittadini raccolte in meno di un mese. Lo Stato non ha agito contro il riscaldamento climatico, non rispettando quindi gli impegni presi con l'Accordo di Parigi sul clima del 2015. Con questa motivazione il Tribunale Amministrativo di Parigi ha condannato la Francia a una multa - simbolica - di un euro. Ma il gesto è forte - nel verdetto si legge che lo Stato è ritenuto "responsabile" di una inazione su questo fronte - è la prima volta che accade e gli stessi ambientalisti parlano di "sentenza storica".
mercoledì 3 febbraio 2021
Leggi l'articolo...


Prima pag. Indietro Avanti Ultima pag.
News