Cerca Contatti Archivio
 
Comunicato Stampa di ECVC e ARI sull'uccisione di Sacko Soumaila

Bruxelles 04 06 2018 - È con grande tristezza e indignazione che ECVC e la sua associazione membro in Italia ARI hanno appreso la notizia dell’assassinio di Soumaila Sacko, attivista del sindacato USB (Unione Sindacale di Base) e lavoratore stagionale agricolo nella piana di Gioia Tauro.

Soumaila è stato ucciso da un colpo di fucile alla testa sabato notte nel quartiere Calimera di San Calogero, vicino a Rosarno (Reggio Calabria) mentre, insieme a due compatrioti, recuperava delle lamiere in una fabbrica in disuso. Vivevano tutti e tre nella tendopoli di San Ferdinando, che ospita, durante la stagione, più di 4000 persone, che lavorano come operai agricoli nella piana di Gioia Tauro. Impiegati come manodopera a basso costo nella raccolta presso aziende che producono arance, clementine e kiwi, la maggior parte di questi lavoratori sono concentrati a San Ferdinando, dove persistono delle gravi carenze igieniche.

La morte di Soumaila Sacko , migrante maliano di 29 anni, non è un omicidio casuale. Soumaila è sempre stato in prima fila nelle lotte del sindacato USB e per i diritti sociali dei lavoratori. La dura realtà vissuta dai lavoratori agricoli stagionali migranti deve essere rivelata e affrontata urgentemente: il loro sfruttamento, la loro repressione e i problemi derivati dal modello agroindustriale, in relazione diretta con le politiche agricole e neo-liberali attuali dell’UE. Siamo coscienti che per coloro che hanno disperatamente bisogno di lavorare, perdere una giornata di lavoro rappresenta un enorme sacrificio, ma siamo convinti che è giunto il momento di incrociare le braccia e sospendere la produzione nella Piana di Rosarno.

Con i nostri compagni di USB e la nostra associazione membro ARI, porgiamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia Soumaila, Non permetteremo che nessuna dottrina razzista in Italia e in Europa abbia l’ultima parola . Contatti: Nino Quaranta – SOS Rosarno - ARI (Associazione Rurale Italiana) : +39 329 10 57 495 (IT, FR) Fabrizio Garbarino – ARI (Associazione Rurale Italiana) : +39 331 90 92 823 (IT, FR, ES) Federico Pacheco – Comité de coordination d’ECVC: +34 690 651 046 (ES,FR)
Nino Quaranta – SOS Rosarno - ARI (Associazione Rurale Italiana)

mercoledì 6 giugno 2018


 
News

Pordenone, “prosciutti San Daniele dop contraffatti”: 103 indagati. Sequestrati 270mila salumi.
Sotto inchiesta anche responsabili e impiegati del macello di Aviano, allevatori, prosciuttifici, ispettori del Consorzio di tutela. Sedici posizioni segnalate ad altre procure. La Procura ipotizza anche truffe per ottenere un contributo previsto dal piano di sviluppo rurale della Comunità europea di 400mila euro, e per incassare ulteriori contributo per 520mila euro. >>



Latina, imprenditore agricolo non paga i braccianti e li travolge con la macchina, un ferito.
L'uomo avrebbe lasciato per due mesi un gruppo di lavoranti extracomunitari senza stipendio. Alle proteste degli uomini li avrebbe investiti: denunciato dalla polizia per lesioni dolose. >>



LE VARIANTI CONTESTATE. IL POLPO DI LEROY MERLIN INDIGESTO AI COMITATI “NON RIDUCE L’IMPATTO”
In tanti modi si può “cucinare” il polpo, ma lo svincolo tentacolare che smisterà il traffico verso il centro commerciale di Leroy Merlin, all’ex foro boario, resta sempre indigesto ai comitati della zona e agli ambientalisti del Comitato difesa alberi e territorio. Il problema di fondo è che quel progetto moltiplica il traffico e l’inquinamento, aumenta il consumo di suolo e strozza un pezzo di città, in cambio di un interesse pubblico che per i comitati è tutto da verificare. >>